Il presupposto da cui nasce questo progetto è favorire la continuità socio-assistenziale ad anziani bisognosi e fragili che passano dal regime di ricovero: ospedali, strutture intermedie e reparti di riabilitazione, al rientro al domicilio. Obiettivo è evitare dimissioni che non prevedano assistenza adeguata al fine di favorire la possibile convalescenza e il recupero funzionale e psicologico e/o permettere ai familiari di potersi riorganizzare comunque, in modo adeguato, in funzione dell’evoluzione della situazione. Il servizio assistenziale, rivolto ad un numero variabile pazienti, è svolto sia ad integrazione dei servizi proposti dal Comune e dalla ASL sia esteso anche alla fascia di anziani che superano leggermente la fascia reddituale prevista dal Comune per l’erogazione dell’assistenza pubblica. Il programma di assistenza personalizzata gestito dall’assistente sociale dell’Associazione Beato Angelo Acri viene effettuato da operatori socio-sanitari qualificati e monitorato in itinere anche per eventuale rimodulazione del piano assistenziale. Sono previsti volontari in affiancamento agli operatori professionali, sostegno organizzativo e formativo ai familiari a domicilio e istruzione a eventuali badanti inesperte da parte di operatori qualificati. Prestazioni erogate:
  • Servizio di igiene personale.
  • Aiuto alla preparazione pasti.
  • Monitoraggio assunzione farmaci.
  • Aiuto alla deambulazione.
  • Uscite accompagnate per riacquisizione autonomia motoria.
  • Accompagnamenti per commissioni/spesa.
  • Sostegno psicologico.